VERSO LE AMMINISTRATIVE

 

Di Brino è il candidato ufficiale del Pdl, il sì da Pallante e Di Giacomo

 

Termoli – Fonte: Termolionlline  “Felice ed orgoglioso di essere candidato ad amministrare la mia città, dove sono nato, vissuto e che ho eletto a luogo di residenza della mia esistenza e della mia famiglia”.

Sono queste le parole che il candidato sindaco in pectore del centrodestra, Antonio Di Brino (Pdl), ci ha rilasciato a commento dell’avvenuta, ormai, decisione di individuarlo come capo della coalizione di centrodestra alle prossime amministrative di Termoli.

di%20brino.jpgDi Brino, in consiglio comunale dal 1995 (con Ccd e Fi) e con due esperienze di consigliere regionale, sempre con Forza Italia, giunge al culmine della sua carriera politica, certamente la sfida più attesa e quella maggiormente inseguita, sin dal 2006, quando i veti incrociati di molti partiti dello schieramento polista, allora ancora Casa delle Libertà, e l’atteggiamento tiepido della stessa componente azzurra, gli fecero preferire Oreste Campopiano.

“Ringrazio il mio partito, il Popolo delle Libertà, e, in particolare, il presidente della Regione, l’amico Michele Iorio – continua Di Brino – per avere proposto e sostenuto convintamente questa ipotesi di candidatura.

Non posso che sottolineare con estremo favore la fiducia che gli altri partiti della coalizione di centrodestra hanno maturato ed evidenziato nei miei confronti, nonché i consiglieri comunali dell’ex opposizione, che hanno fatto convergere il loro consenso sulla mia persona, anche frutto del lavoro compiuto assieme nel precedente mandato elettorale; infine, anche a tutti quegli esponenti del mondo associativo termolese e della società civile che, consultati dal governatore, hanno espresso la condivisione sul progetto e sull’indicazione della mia investitura.

Questa candidatura mi colma di responsabilità e nel contempo mi riempie di orgoglio, caricandomi a mille per l’imminente battaglia elettorale. Termoli necessità di un governo comunale forte, capace di recepire le istanze della comunità e, metterle in rete con le opportunità concesse dai collegamenti istituzionali che le sapremo garantire, non, come il predecessore, isolato nel palazzo di città, ostaggio di una maggioranza debole”.

Intanto, è giunta anche la nota ufficiale, a firma dei coordinatori regionale e provinciale del Pdl, Ulisse Di Giacomo e Quintino Pallante.

“Antonio di Brino è il candidato del Popolo della Libertà alla carica di Sindaco del Comune di  Termoli. L’ indicazione è stata ufficializzata ieri sera  nel corso della riunione dei coordinatori  regionali dei partiti che si riconoscono nella coalizione di centro-destra, alla presenza del  Presidente della Regione Michele Iorio. A questa indicazione hanno già aderito l’Udeur, l’Mpa, Progetto Molise e Molise Civile, apprezzando la bontà e la forza della proposta.

L’Adc, pur non dichiarandosi contraria alla indicazione, ha chiesto altro tempo per una ulteriore riflessione. L’Udc, stante la posizione  politica a livello nazionale, ha dichiarato l’intenzione di riportare all’interno dei propri organismi di partito prima, e a livello nazionale poi, la proposta del PdL e quindi la risposta da dare.

Siamo convinti che sia l’Adc sia l’Udc, dopo le opportune e necessarie valutazioni, sapranno trovare le ragioni per stare insieme e per raggiungere l’obiettivo della candidatura unitaria al Comune di Termoli. Con entrambe le formazioni politiche ci sarà a breve un ulteriore e definitivo incontro.

L’indicazione della candidatura di Antonio di Brino, naturalmente, verrà presentata a tutte le liste civiche e ai movimenti presenti su Termoli, con il fine di creare uno schieramento quanto più ampio e rappresentativo possibile, per dare a Termoli una amministrazione degna della storia, delle tradizioni e delle aspettative  di questa città”.

VERSO LE AMMINISTRATIVEultima modifica: 2010-01-26T21:09:00+01:00da nuovatermoli
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento